Nylon 6.6

Cos’è il NYLON?


Tutto quello che c’è da sapere sulla fibra di Nylon 6.6

Il Nylon (poliammide) è stato inventato nel 1938 e, in un certo senso, ha segnato "l’inizio della calzetteria moderna". Può essere realizzato in diversi spessori, misurati in decitex o denari oltre che in diverse sezioni che ne determinano le qualità estetiche e tattili del filato.

Il Nylon in relazione al suo numero di filamenti può essere definito come monobava, multibava o microbave. Il numero più o meno elevato delle singole bave offre caratteristiche e performance differenti al capo tessile che si desidera produrre.

Il Nylon è una fibra sintetica ed è ricavata per sintesi chimica da determinate sostanze. Questa fibra è costituita da macromolecole lineari, in genere altamente cristalline, termoplastiche e di natura prevalentemente apolare.

Queste sue peculiarità offrono al Nylon particolari performance:

  • Maggiore resistenza all'usura
  • Ultra-leggerezza
  • Stabilità dimensionale
  • Stretch
  • Easy care
  • Easy dyed
  • Confort
Nylon 6.6
Nylon 6.6

Nylon 6.6

Il Nylon e le sue lavorazioni.

Il filo di Nylon può utilizzato singolarmente o abbinato con altre fibre e può subire diverse lavorazioni in relazione all’applicazione a cui è destinato.

Filati di Nylon 6.6 Testurizzato

La testurizzazione di un filo di Nylon 6.6 è un processo che sfrutta le proprietà fisiche e termoplastiche dei fili sintetici.
Combinando l’azione di stiro degli alberi meccanici ad un’azione termica del forno e una di frizione dei dischi dei fusi, si avrà come risultato finale un filo voluminoso, arricciato e con un potere coprente ed elastico. Il Nylon testurizzato è largamente abbinato alla fibra LYCRA®.

Filati di Nylon 6.6 FDY

Lo stiro di un filo di Nylon è un processo che sfrutta le proprietà fisiche dei fili sintetici.
L'azione di stiro degli alberi meccanici provoca nel filo stirato un aumento dell’orientamento delle molecole della fibra (aumento di tenacità), una diminuzione di allungamento, e una conseguente riduzione di titolo.

Filati ricoperti ad Aria o Interlacciati

Si ottengono facendo passare la fibra LYCRA® in tensione attraverso un getto d’aria, insieme con Nylon testurizzato multibava o microbava. Il nylon (poliammide) viene interlacciato a intervalli sull’anima della fibra LYCRA®.
Il filato così ottenuto viene solitamente impiegato per collant ed altre applicazioni tessili.

Filati mono/doppio ricoperto

Questi filati si ottengono avvolgendo a spirale intorno alla fibra LYCRA® uno o due capi di nylon parallelo oppure testurizzato, con un determinato numero di spire per metro; più il numero di spire è elevato più il filo avrà migliori caratteristiche di pregio.